Il nuovo Piano di Gestione del Sito Mantova e Sabbioneta - Comune di Sabbioneta

Eventi - Comune di Sabbioneta

Il nuovo Piano di Gestione del Sito Mantova e Sabbioneta
-

Le Amministrazioni Comunali di Mantova e Sabbioneta hanno approvato il nuovo Piano di Gestione del sito Mantova e Sabbioneta, redatto sotto la guida dell’Ufficio Mantova e Sabbioneta Patrimonio Mondiale, nel quadro delle attività facenti capo all’Assessorato all’UNESCO. Il Piano (finanziato con la legge n.77 del 2006) è stato elaborato da un apposito gruppo di lavoro intersettoriale, in collaborazione con gli Assessorati e le strutture tecniche competenti delle due città, integrato da professionalità esterne per i diversi settori coinvolti e con il supporto istituzionale e scientifico del MIBACT. 

Il nuovo Piano di gestione è anche frutto di un percorso di partecipazione pubblica e di condivisione che ha visto coinvolti numerosi stakeholders e soggetti che a diverso titolo collaborano nella valorizzazione e gestione del sito, al fine non solo di portare alla luce le richieste emergenti dalla comunità locale, ma anche di attivare, indirettamente, un processo di approfondita comprensione dei valori di tutela e conservazione del patrimonio da parte di tutti i diversi portatori di interesse.

Questo strumento fa seguito al precedente Piano, redatto dallo stesso Ufficio nel 2006 nell’ambito della candidatura del sito nella Lista del Patrimonio mondiale, come richiesto dall’UNESCO per assicurare la conservazione attiva nel tempo dei valori eccezionali universali (OUV) alla base dell’iscrizione stessa. L’adozione di un nuovo piano si è resa necessaria per poter tener conto dei cambiamenti intervenuti sul tessuto sociale, culturale ed economico del sito negli ultimi 14 anni, dell’evento sismico del 2012, dell’adozione di nuovi strumenti di governo del territorio (fra i quali gli stessi PGT delle due città), della redazione del Rapporto periodico (2012 – 2014) del Sito che ne ha significativamente evidenziato i rischi emergenti, del monitoraggio del precedente Piano di Gestione e della valutazione dell’efficacia delle azioni promosse.

Il nuovo PdG fa propri inoltre i principi espressi in sede internazionale dalla serie di Carte, Convenzioni e Dichiarazioni in materia di Patrimonio culturale ed in particolare quelle promosse dall’UNESCO e dal Consiglio d’Europa, tutte convergenti sull’urgenza di dare risposte alle sfide urbane contemporanee, con politiche incentrate sui tre aspetti divenuti imprescindibili per assicurare la conservazione delle qualità eccezionali di spazio abitabile delle città storiche, ovvero cultura, sostenibilità e partecipazione.

Obiettivo, nonché mission del nuovo Piano è conservare il valore e accrescere la consapevolezza del significato di Mantova e Sabbioneta Patrimonio Mondiale per consegnare il sito alle future generazioni, attraverso il coordinamento di azioni finalizzate alla tutela del Valore Eccezionale Universale nei suoi aspetti materiali e immateriali di relazione, fruizione e trasmissione.

Fine ultimo, nonché vision del Piano è l’assegnazione al Patrimonio (elementi materiali e immateriali) di una funzione nella vita della comunità, in quanto presupposto per la costruzione di una identità individuale e collettiva, strumento di coesione sociale e integrazione, matrice di processi di sviluppo sociale, culturale ed economico, in cui la collettività stessa si riconosce e alla cui salvaguardia contribuisce attivamente.

Il Piano di gestione investe pertanto una molteplicità di tematiche e nel suo doppio ruolo di strumento di indirizzo e di coordinamento operativo, conferma quali suoi obiettivi specifici, da cui derivano i relativi piani di azione, quelli del precedente documento del 2006: la Conoscenza, la Tutela e Conservazione, la Valorizzazione e la Trasmissione del Patrimonio culturale, ambientale e socio-economico del Sito Patrimonio Mondiale. Da ciascun obiettivo derivano specifici Piani (della Conoscenza, della Tutela e Conservazione, della Valorizzazione e della Trasmissione) che nel loro insieme costituiscono il Piano d’Azione. Tale Piano, nella sua qualità di strumento programmatico e di coordinamento operativo, individua il complesso dei nuovi progetti da promuovere e fornisce attraverso apposite schede progetto le indicazioni relative alla loro attuazione, valutazione e monitoraggio.

La previsione di questi progetti costituisce una condizione necessaria per accedere ai finanziamenti ministeriali (L 77/2006) e regionali (L 25/2016).

1) CONOSCERE identificare e riconoscere il Patrimonio culturale, ambientale e socio-economico del Sito Patrimonio Mondiale       PIANO della CONOSCENZA comprende le attività di studio e di ricerca scientifica necessarie per l’approfondimento delle conoscenze inerenti le qualità materiali ed immateriali del Sito, il suo stato di conservazione, i fattori concernenti e le necessità di intervento.

2) TUTELARE E CONSERVARE salvaguardare l’Eccezionale Valore Universale (OUV) del Sito Patrimonio Mondiale PIANO della TUTELA E CONSERVAZIONE, strettamente legato al precedente, riguarda le misure di salvaguardia esistenti e da promuovere per rafforzare la conservazione dell’integrità strutturale, funzionale e visiva del Sito, attraverso l’applicazione dei relativi strumenti legislativi, urbanistici ed amministrativi.

3) VALORIZZARE assicurare la vivibilità e promuovere lo sviluppo sostenibile del Sito Patrimonio Mondiale     PIANO della VALORIZZAZIONE comprende tutti i programmi di valorizzazione del sito nonché di sviluppo socio economico nell’ambito delle principali filiere produttive connesse al patrimonio culturale (cultura, turismo, ricerca scientifica, servizi di accessibilità e di accoglienza del territorio, artigianato tipico, enogastronomia, ecc.).

4) TRASMETTERE promuovere, comunicare, sensibilizzare e formare sul Patrimonio dell’Umanità PIANO della TRASMISSIONE comprende il sistema delle attività tese a incrementare ulteriormente la consapevolezza delle due città circa i valori riconosciuti ed il coinvolgimento delle comunità e degli attori locali unitamente alle relative iniziative di breve, medio e lungo periodo.

Nel corso di dodici anni di attività, l’Ufficio Mantova e Sabbioneta Patrimonio Mondiale, ha realizzato numerosi progetti, potendo contare su oltre € 1.200.000,00 di finanziamenti ministeriali (L 77/2006) e sul coinvolgimento di attori operanti nel sito stesso: dagli altri enti pubblici con competenza sul territorio, agli enti gestori delle aree naturali protette fino alle istituzioni scolastiche, alle associazioni culturali e ai singoli fruitori. Ciascun progetto persegue un obiettivo specifico attraverso azioni mirate negli ambiti sopra delineati. 

Si elencano di seguito i progetti realizzati, raggruppandoli per ambiti tematici:

1. I progetti di ricerca finalizzati al recupero ed alla rigenerazione dei due paesaggi urbani storici costitutivi del Sito:

- Il Parco Culturale dei Laghi di Mantova;

- Progetto di Valorizzazione dell'ambito urbano delle Mura di Sabbioneta.

2. I progetti di ricerca finalizzati all’approfondimento delle conoscenze delle componenti del Sito rappresentate dagli spazi pubblici e dai giardini e parchi finalizzate al recupero ed alla loro valorizzazione quali:

- I Giardini dei Gonzaga. Studio, rilievo e analisi per il recupero e il restauro;

- Rilievo degli aspetti territoriali del Sito UNESCO Mantova e Sabbioneta;

- Linee Guida per il progetto dello spazio pubblico urbano del Sito Mantova e Sabbioneta .

3. I progetti di miglioramento della accessibilità del Sito, di rilancio delle sue attività tradizionale e di promozione turistica:

- Ciclovia Mantova – Sabbioneta;

- Mantova in Cento Vetrine;

- Linea Bus Mantova e Sabbioneta;

- Mantova Sabbioneta Card;

- Il nuovo parcheggio di Sabbioneta;

- Cerchio d’Acqua. Comunità resilienti per la riscoperta degli arginelli fluviali di Sabbioneta.

4. I progetti di comunicazione, sensibilizzazione e di educazione al patrimonio del Sito rivolti alle scuole della provincia di Mantova ed in particolare delle due città del Sito:

- Mantova e Sabbioneta città Esemplari del Rinascimento. Conoscerle per salvaguardarle;

- Mantova e Sabbioneta in Europa;

- Progetti con le scuole e di alternanza scuola lavoro;

- La grande @ttrazione;

- Comunicare il Sito Mantova e Sabbioneta;

- Mantova e Sabbioneta Heritage Center (2014 – 2016 – 2017);

- Mobartech.

L’esperienza maturata dall’Ufficio e gli esiti del processo di partecipazione intrapreso per la revisione del Piano di Gestione del 2006 hanno portato a focalizzare l’attenzione sul ruolo dell’Ufficio sia all’interno delle amministrazioni comunali sia nei confronti degli stakeholder esterni. La molteplicità di tematiche progettuali affrontate e la varietà di relazioni intessute pongono in evidenza il ruolo dell’Ufficio come possibile ‘collettore’ di progettualità, spunti e visioni utili a costruire politiche pubbliche efficaci, condivise e trasversali nello stesso ambito amministrativo comunale. Il tema stesso del patrimonio culturale (in termini di tutela, gestione e valorizzazione) può guidare gradualmente un processo di sviluppo sostenibile, diffuso e inclusivo, capace nel tempo di contribuire ad invertire certe tendente attuali, quali il fenomeno dello spopolamento e dell’invecchiamento dei centri storici e della loro desertificazione commerciale.

 

 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (27 valutazioni)